Tu sei qui

Castello di Pissignano / Borgo Lizori

Borgo Lizori

Informazioni

Il castello di Pissignano e il circostante villaggio originariamente chiamato San Benedetto è attraversato dalla via Franchigena. Fu ribattezzato Lizori da coloro che negli anni ’70 lo salvarono da completa rovina, trasformandolo in un borgo dove si svolgono una varietà di attività culturali.

Furono gli Umbri i primi ad abitare la zona intorno al piccolo monte di Lizori, alle cui pendici sgorgavano allora le Fonti del Clitunno. L’intero luogo ebbe poi una notevole rilevanza con la grande Roma, quando il Borgo e la sottostante valle spoletina diventarono infatti presìdi privilegiati di condottieri e senatori, in età repubblicana e imperiale. Fu Caio Mario Silla, ad esempio, a far costruire nel II secolo a.C. la torre che a tutt’oggi sovrasta il Borgo.

Qui fecero tappa, in seguito, conquistatori d’Oltralpe come Barbarossa e Federico II. E Lizori – il suo monte e la sua valle – diventarono così, nei secoli, ostello esclusivo di Imperatori e poi anche di Papi. Torre d’avvistamento e fortificazione militare. Confine caldissimo tra Spoleto, Todi, Trevi e Foligno. Luoghi prescelti (dall’era longobarda e carolingia in avanti) da Duchi e Ducati, ma anche da mistici e religiosi: come nel caso di quei monaci dell’Abbazia di Sassovivo che, tra il 600 e il 700 (periodo di maggiore cristianizzazione del regno longobardo), avevano innalzato proprio a mezza costa del monte Revaglioso una chiesa dedicata a San Benedetto da Norcia con annesso priorato, sotto alla quale avevano preso a sorgere le prime case e si era andato via via formando l’insediamento medievale dall’assetto tuttora intatto, con le sue strutture di difesa perimetrali.

Pissignano castle
  • Informazioni
  • Distanza da Postignano 35,0 Km
  • Itinerari A piedi, Auto, Bici, Cavallo
  • Inserito nei percorsi Culturali
  • Contatti
  • Coordinate GPS 42.842526
    12.759582
  • Telephone +39 0743 788048
  • Orari di apertura Always open
Prenota una Suite